Home Musica Sanremo 2019: il commento LIVE della quarta serata

Sanremo 2019: il commento LIVE della quarta serata

by Andrea Picariello

RCS75 Radio Castelluccio è presente anche quest’anno con il suo live blogging dalla Sala Stampa Lucio Dalla, ubicata all’interno di Casa Sanremo Vitality’s. Quest’anno sono tre le voci che vi racconteranno le sensazioni dell’edizione 2019 del Festival di Sanremo da vicino: Andrea PicarielloBenedetta Gambale e Rossella Pisaturo. Ricorda che puoi commentare live su tutti i social con noi utilizzando gli hashtag #RCSanremo e #Sanremo2019.

21:07

A: Vorrei non cantare a squarciagola “Senza farlo apposta”, ma scusa ma non me ne importa, e sono qua un’altra volta… ci finisco sempre senza farlo apposta.
B: Tutti cantano con Federica Carta e Shade, piace molto il ritmo di questa canzone. La voce di Cristina D’Avena, però, mi suono strana… è inconfondibile questa voce dei cartoni animati.
R: Splendida Cristina D’avena! scelta giusta per un’ottima interpretazione.

21.12

A: Motta è un artista unico nel suo genere, e la sensazione che si ha ascoltando la musica di Nada è che che entrambi siano la metà dell’altro. Sul palco la loro unione è stata perfetta.
B
: Stasera sembra che non ci sia neanche una canzone di troppo, tutte si fanno cantare. Ottima scelta Nada!
R: “Dov’è l’Italia, amore mio? mi sono perso….”, Nada da quel tocco in più, che non dispiace affatto.

21:17

A: Noemi, che carica! Precisa come non lo era da anni. Questo brano poi trovo sia un ottimo prodotto pop, e Irama sempre più carismatico.
B: “La ragazza col cuore di latta” piace sempre di più, stasera impreziosita dalla voce di Noemi. Irama continua a stupire. Merita il podio, assolutamente!
R: Dice bene Claudio Bisio “una delle voci più potenti del panorama italiano” eh bhe…tanta roba Noemi!! Bravissima.

21:45

A: Non so con questi siparietti trash di Patty cosa vogliano andare a parare, ma di certo il brano non ne giova, che continua a non lasciare il segno.
B: Briga dovrebbe cantarla da solo questa canzone; Patty Pravo si ridicolizza con questi outfit e queste acconciature. Bel duetto con Giovanni Caccamo.
R: Vabbè, Patty inguardabile… mi sono distratta da Caccamo.

22:00

A: I Negrita stanno passando inosservati a questo Festival, ed è un peccato perché questo duetto va solo a peggiorare la situazione: Ruggeri fuori contesto.
B: Non suscita nessuna emozione questa esibizione, nè il duetto con Roy Paci ed Enrico Ruggeri valorizza la canzone dei Negrita.
R: Un’esibizione da NI.

22.05

A: Esibizione a dir poco esplosiva. Seri candidati a vincere questa serata speciale (se non tutto il Festival).
B: Alessandro Quarta ci delizia con il suo violino. Stasera mi piacciono molto i ragazzi de Il Volo. Carichi, dinamici, intensi. Quel violino in sottofondo è spettacolare.
R: Bravissimi quelli del volo accompagnati da Alessandro Quarta! Hanno messo in risalto ancora di più la loro “Musica che resta”.

22:18

A: Brano ultra complesso: Arisa continua a sbagliare o dimenticare parti di testo della canzone. Adesso però conquista credibilità.
B: Ho la conferma. “Mi sento bene” è da musical! E per questo coinvolge, fa cantare e ballare! I Kataklò accompagnano il tutto con una splendida coreografia.
R: Bella anche Arisa questa sera in bianco, con Tom Hadley e i Kataklò! Una bella rivisitazione di “Mi sento bene”

22.24

A: Duetto non necessario, perché Gue Pequeno non ha aggiunto né tolto nulla: Mahmood l’ha fatta da padrone.
B: Mahmood e questa voce egiziana fa scatenare il pubblico. Riscontro positivo!
R: Mahmood fa ballare la sala stampa con “Soldi” e duetta, seppur per una piccolissima parte, con Gue Pequeno.

22.34

A: Duetto stupendo per il brano più bello in gara quest’anno.
B: Ghemon duetta con Diodato e Calibro35. Oltre al suo abbigliamento, anche il resto non mi dice niente.
R: Sempre più frizzante il brano di Ghemon, accompagnato da Diodato e Calibro35 con esibizione mediocre

22.40

A: Duetto emozionante solo grazie agli ospiti intervenuti in questa occasione. Il brano purtroppo è piatto e non dona alcuna emozione.
B: Francesco Renga con Bungaro riescono a far vibrare l’animo. Che voci!
R: Renga e Bungaro?!?!?!?! Che più?

22.48

A: Duetto fatto per piacere, e infatti il risultato è stato ottimo, ma non riesco a farmi piacere questa canzone.
B: Ultimo si emoziona e fa emozionare anche me. Con Fabrizio Moro c’è grandissima complicità, quel graffiato quanto ci piace! E poi, Ultimo al pianoforte non ha eguali.
R: Che tra Ultimo e Fabrizio Moro ci fosse complicità, bhe questo lo sapevamo già! “I tuoi particolari” l’hanno saputa rendere LORO.

23:05

A: Non ho capito questa scelta. Le intenzioni erano quelle di donare un’esibizione emozionante e raffinata, ma è risultata soltanto scialba e pesante.
B: Neri Marcorè recita magistralmente “Mi farò trovare pronto”. Eppure questa versione sembra non decollare mai…
R: Più che un’esibizione di canzone, mi ricorda più uno spettacolo teatrale.

23:15

A: I Boomdabash convincono in tutte le salse.
B: Boomdabash con Rocco Hunt. Quanta energia su questo palco dell’Ariston. Tutti ballano, cantano… anche il pubblico è in delirio.
R: Grande Rocco Hunt!! Davvero una bella complicità!

23:24

A: Perde un po’ di mordente questa versione de L’amore è una dittatura. Li aspettiamo domani con la consueta carica.
B: I The Zen Circus continuano ad essere piatti, anche con la presenza di Brunori Sas. Nessun miglioramento.
R: Non mi convincono…con e senza duetto

23:30

A: Bella interpretazione di un brano molto semplice ed elegante.
B: Paola Turci… mi aspettavo di più nel duetto con Beppe Fiorello.
R: PAOLA DIVINA. Meglio Beppe Fiorello che Neri Marcorè!

23.35

A: Tra i duetti migliori della serata: delicato, femminile, intenso. Anna Tatangelo meriterebbe un discreto piazzamento in finale domani sera.
B: Che duetto! Sguardi complici quelli di Anna Tatangelo e Syria. Non me lo aspettavo!
R: Anna Tatangelo ha rispolverato Syria! Ed ha fatto bene! Un’interpretazione molto dolce con finale top.

23: 41

A: Brano meraviglioso che raccoglie un meritato applauso caloroso in sala stampa. Finalmente!
B: Gli Ex-Otago duettano con Jack Savoretti, ci piacciono tanto. Tutti la cantano. Che grandi!
R: Simpatici gli Ex Otago con Jack Savoretti, ottima interpretazione.

23:46

A: Nonno Hollywood è destinato a finire in alto in classifica domani sera, anche se questo duetto non è stato nulla di ché.
B: Nigiotti mette tutto se stesso quando canta “Nonno Hollywood”. Il duetto con Paolo Jannacci e Massimo Ottoni, però, non ha aggiunto colori al brano. Avrebbe potuto cantarlo anche solo.
R: Nigiotti, sarò ripetitiva ma: sempre più bello.  Duetto “giusto” con Jannacci e Ottoni

23:57

A: In Sala Stampa è caos sin dal loro ingresso, e non hanno deluso le aspettative: Berté e Grandi hanno infiammato l’Ariston. Nota a margine: Irene Grandi con questo brano in gara al Festival avrebbe brillato.
B: Loredana Bertè ed Irene Grandi, tutti le acclamano per “Cosa ti aspetti da me”. La Bertè tira fuori tutta la sua voce rock per un singolo che si fa cantare. Ovviamente, immancabile il vestitino di Loredana.
R: CAOS. La Grandi sembra esser stata la partner perfetta per la Bertè questa sera: complici ed adatte insieme! Una coppia che funziona e che scoppia.

00:08

A: Canzone fortissima… Resta impressa con o senza Manuel Agnelli
B: Un testo molto profondo quello di “Argentovivo” di Daniele Silvestri. Eppure il duetto con Manuel Agnelli, anzichè valorizzare il tutto, mi ha dato l’impressione di averlo sminuito o almeno reso piatto.
R: Adoro la canzone di per se, ma con la collaborazione di Agnelli non mi ha trasmesso nulla, peccato.

00:14

A: Riempitivo, forse Sergio Sylvestre avrebbe donato più giustizia a Parole nuove, ma si fa apprezzare. Di certo non resterà nella storia. Onesto.
B: Anche al fianco di Biondo e Sergio Sylvester, Einar non convince. Un brano che non mi dice nulla.
R: Biondo non mi piaci… Sergio invece molto bravo!

00:24

A: Interpretazione sempre maestosa di Cristicchi, ma di Ermal Meta ormai il Festival è saturo, via.
B: Incanto. Ti cattura da dentro “Abbi cura di me” di Cristicchi con Meta. Interpretazione impeccabile.
R: Cristicchi ed Ermal Meta… un NI. Lo preferisco solo.

00: 30

A: Continuo a impazzire per questa canzone, che trovo sinceramente tra le proposte migliori di questa edizione. Incise però, perché live è un po’ una tragedia.
B: No! Per niente… a parte che Nino D’Angelo ha difficoltà a non prendere note sbagliate, ma poi non mi convincono nè il testo nè la melodia nè il mix di voci.
R: Bocciati con e senza duetto, mi dispiace, addio.

00:36

A: Ci si aspettava il caos, ed è arrivato: Lauro che si stende sul pianoforte è un momento top!
B: Achille Lauro duetta con Morgan… un folle! Ma la sua Rolls Royce è già in testa a tutti gli ascoltatori.
R: Morgan?!?! che dire… niente. 0.

Vincono la serata duetti: Motta con Nada.